wants you!
  • cultura e tecnologia

    Da oltre 40 anni testimone della storia del design, Aster è il risultato di una tradizione tipicamente italiana, che ha saputo proiettarsi sul palcoscenico nazionale e internazionale grazie a un inimitabile connubio di cultura artigianale e ricerca tecnologica industriale.
    Dinamismo imprenditoriale, flessibilità produttiva e orientamento al progetto: grazie a questi fattori strategici che hanno connotato il suo percorso evolutivo, oggi l’azienda si conferma leader nel design contemporaneo.

  • make it personal!

    L’apertura del primo flagship store milanese rappresenta la più chiara sintesi di un percorso continuamente in evoluzione. Una capacità di visione design-oriented, che Aster porta impressa nel proprio dna come fondamento di una vera cultura aziendale.
    Ciò che rende unica la nuova proposta di Aster è la volontà di ispirare un’idea di cucina in grado di riflettere un carattere, uno stile, un gusto che appartiene esclusivamente alla personalità di chi la abita.

  • Design Thinking

    Grazie al nuovo processo progettuale curato dall’architetto Lorenzo Granocchia, art director del brand, Aster supera il concetto di ‘collezione’ presentando veri e propri MOOD. Luxury, Factory, Transitional, Classico, Moderno: ciascuno di loro intende ispirare un’atmosfera per la cucina, che il progettista può far propria attingendo da un vero e proprio alfabeto fatto di elementi, materiali e finiture. E magari progettare qualcosa di mai visto prima. Il concetto di Design Thinking racchiude il traguardo più alto di questo percorso: una filosofia, un modo di vedere il mondo e gli ambienti che scegliamo di abitare.
    Aster vi invita a prenderne parte.

I mood

I “moods”, raccontati e interpretati nel design. Aster Today, Make it Personal

La parola “mood” ha una definizione molto ampia.

Il “mood” è uno stato d’animo in un particolare periodo di tempo.

Un’emozione prevalente e distintiva che determina e condiziona le nostre scelte.

Raccontare i “moods”, descriverli, raffigurarli, dare corpo al loro senso astratto attraverso il design, regala un’esperienza unica e memorabile.

Attraverso il design, i “moods” divengono raffigurabili e leggibili. Da un’esperienza sensoriale a un’esperienza fisica.

Il dialogo tra i segni e le sensazioni che il design racconta diviene un’esperienza condivisa tra il designer e l’ambiente unico che rappresenta il “nostro mood”.

Da qui, Aster ha creato ed interpretato cinque “moods” ai quali ispirarsi ed attraverso i quali ispirare. Tradizionale, Moderno, Transitional, Factory e LuxuryGlam.

Un linguaggio nuovo, intimo ed emozionante.

Giovani designer interpretano il design thinking
Make it Personal, your story, your love (Storie da raccontare, pagine da scrivere) Abbiamo collezioni, elementi e materiali da plasmare. Abbiamo mille superfici La nostra “MATERIA” Il nostro mondo è fatto di sensazioni, di emozioni, di racconti, di sogni. I nostri “MOODS”. Moderno, Tradizionale, Factory, Transitional, LuxuryGlamour Design Thinking è questo. Prendere la materia e costruire con essa una storia. Una storia unica, la nostra. E’ tradizione, o forse è moderna. E’ amore e Glamour, o forse è in viaggio, Transitional come amiamo definirla.E’ Urban-Loft style, dove la materia cruda è protagonista, ecco il nostro “MOOD” Factory Le nostre collezioni sono aperte per creare la magia dell’inatteso. Quella magia che noi chiamiamo “Design Thinking”